Le donne

LE DONNE 

oltre a Jeanne esistono altre donne che furono significative per la vita di AMEDEO modigliani e che furono da lui ritratte. Il suo mondo femminile può essere raccontato ANCHE attraverso queste figure:
Kiki de Montparnasse
modella famosissima nell’ambiente artistico parigino TANTO DA MERITARSI L’APPELLATIVO DI REINE DI MONTPARNASSE – REGINA DI MONTPARNASSE – è LA PRIMA CHE Amedeo conosce appena arriva nella capitale francese. La figura di Kiki, donna disinibita e dalla bellezza magnetica, è importante nella vita di Modigliani in quanto segna l’incontro con un mondo nuovo e sconosciuto al giovane amedeO, quello degli atteggiamenti liberi e disinibiti dell’ambiente artistico e bohémien di cui farà parte. Grazie a Kiki Modigliani frequenta gli artisti dell’epoca: Utrillo, Picasso, Soutine, Brancusi, Rivera. Sarà lei, Kiki, a fargli CONOSCERE tutto ciò che contribuirà alla sua distruzione: hashish, oppio e l’assenzio – la famosa “fata verde”. 
Beatrice Hastings
nome d’arte di Emily Alice Haigh. Ricca bella, colta, cinque anni più grande di lui, divorziata da un pugile, giornalista. è una figura di primo piano nei circoli bohèmien della capitale francese. I due si incontrano nel luglio 1914 al caffè “La Rotonde”, nel quartiere di Montparnasse. Con Amedeo Beatrice, che posa per numerosi suoi dipinti e disegni, ha una controversa relazione da conviventi CHE DURERà DUE ANNI.
Simone Thiroux
studentessa CANADESE di medicina, è già malata di polmoni quando da Lille arrivA a Parigi nel 1916. Alle lezioni alla Sorbona preferiSCE fREQUENTARE GLI ARTISTI E SI  INNAMORA DI AMEDEO. Quel sentimento, descritto come a tratti adorante ed asfissiante, finISCE con l’infastidirlo, al punto CHE MODIGLIANI SI RIFIUTA DI RICONOSCERE IL FIGLIO NATO NATO DA QUESTA FREQUENTAZIONE  il 15 settembre 1917. La storia finISCE drammaticAMENTE: la povera Simone, ripudiata dalla famiglia e logorata dalla malattia, dEVE dare in adozione il bimbo, Serge Gerard, che diventerà sacerdote e solo da adolescente scoprirà chi è suo padre.

VITA PER IMMAGINI